I Sistemi Audio di comunicazione pubblica di allarme vocale per l’evacuazione (qui di seguito denominati EVAC) sono entrati stabilmente nel mondo della rivelazione automatica dell’incendio, rispondenti alle norme UNI EN 54, parte 16 per la diffusione dei messaggi e parte 4 per i gruppi di alimentazione. I sistemi EVAC sono ormai obbligatori in molti ambienti pubblici o con grande afflusso di gente. Appare subito evidente il beneficio che se ne trae da un messaggio chiaro e definito, anche multi lingue, rispetto ad allarmi sonori e visivi che sono oggetto di tempi di reazione più lunghi.

La proposta Riellofire prevede 3 modelli stand alone da 4 zone e 2 modelli stand alone da 8 zone. I vari modelli si differenziano per il dimensionamento batterie e, di conseguenza, per l’autonomia delle stesse, in caso di blackout. Entrambi hanno a bordo 240W di potenza espandibili a 540W con moduli da 60W. Tutti sono dotati di microfono incorporato con la possibilità di aggiungerne altri di esterni. Sono inoltre compresi: messaggi preregistrati, ingressi audio digitali e streaming, ingressi trigger. Su richiesta, è possibile realizzare configurazioni speciali espandibili a 128 zone con idonei gruppi di alimentazione e gestione messaggi/ musiche molto complessi, programmabili da SW ed APP, creando quindi scenari coordinati con l’ambiente. Gli aggiornamenti sia di firmware che di configurazione sono gestibili in remoto e scaricabili tramite porta USB.

I sistemi EVAC proposti dalla Riellofire sono comandati, in sintonia con l’allarme incendio, tramite connessione diretta su porta Ethernet controllata. Il vantaggio di un sistema EVAC è anche quello di poter usufruire dell’impianto per trasmissioni ludiche e messaggi di servizio. Eventuali allarmi bypassano il tutto essendo prioritari. Completano la gamma dei sistemi EVAC un’ampia scelta di diffusori sonori di varie potenze, dimensioni ed impatto estetico. Una particolare attenzione deve essere posta sui diffusori a totale scomparsa praticamente invisibili a chiunque.